Innesto osseo materiali

autograft

Autologo – intraorale (Proprio osso – dalla zona della mascella)

Un “autologo” è un innesto osseo che viene prelevato da un’altra parte della stessa persona che è sottoposta alla procedura di innesto. Un autologo intraorale significa che un pezzo di osso è preso da qualche parte della bocca e innestato alla zona di carenza ossea.

Autotrapianto – extraorale (pazienti midollo – da zona dell’anca)

Un “autologo” è un innesto osseo che viene prelevato da un’altra parte della stessa persona che è sottoposta alla procedura di innesto.  L’osso dell’anca è spesso usato come fonte di osso quando è necessaria una grande quantità di osso. Talvolta è usato anche quello delle costola.

Alloplastica Graft (Sintetici)

Sintetici, noto anche come Alloplasts, sono sostituti ossei che sono prodotti in laboratorio. Questi materiali di sostituzione servono per stimolare la ricrescita ossea. Alcune parti rimangono e diventano parte del nuovo tessuto osseo, mentre altre parti si dissolvono, stimolando la crescita ossea nella zona innestata durante il loro scioglimento.

Allotrapianto (Osso essere umano demineralizzato)

Un “alloinnesto” indica un prelievo che è stato ottenuto non dal corpo della persona che dovrà sottoporsi all’innesto. Allotrapianti umani sono osso umano che è stato preso da una persona diversa, dopo un  (trattamento, la sterilizzazione e il confezionamento) si potrà utilizzare come materiale di innesto osseo per un’ altro paziente che dovrà sottoporsi ad innesto osseo.

Xenotrapianti

Xenotrapianti sono eterologhi (nel senso che non sono prelevati dalla stessa persona che dovrà in seguito ricevere l’innesto osseo). La materia ossea, inoltre, non proviene da un essere umano, ma da un’altra specie. Il xenotrapianto più comune è una Xenotrapianto bovino. Il che significa che il materiale osseo viene prelevato da una mucca (trattato sterilizzato e confezionato naturalmente).

Soluzioni:

(Innesto 1 dente)

(Innesto vari denti)

(Innesto intera arcata dentale)